7.11.21

Episodio 007 "Devo cambiare il microfono?"

 



Ascolta l'episodio 007 di
ZEROPOESIE Project Podcast!

Se desideri seguire lo show audio
direttamente con l'App podcast che preferisci






TRASCRIZIONE INTEGRALE
Episodio 007




    "Bentornati! Questo è il podcast di ZEROPOESIE Project! In questo episodio, cercherò di rispondere alla domanda: “Quanto conta un microfono professionale per registrare podcast?”. Certo è una domanda quasi retorica… e ora vediamo perché. Prima di iniziare ad esporre il mio pensiero… voglio ringraziarvi sinceramente. Puntata dopo puntata - voi ascoltatori del podcast - siete sempre più numerosi. Grazie, troppo buoni.
    Sul discorso del microfono, voglio essere sincero, non ho molta esperienza nell’editare la voce da renderla fruibile in modo ottimale… sotto forma di audio per podcast. Diciamo... che passo dopo passo cerco di imparare sempre di più. In effetti, quando mi mettevo a riascoltare le puntate ultimate… c’era qualcosa che non mi tornava, qualcosa che non quadrava. 
    Ovviamente prima di partire a produrre ZEROPOESIE Project Podcast, avevo ascoltato tanti show di vario genere. Tutt’ora seguo una decina di podcast con regolarità. A proposito se vi và di consigliarmi qualche podcast da aggiungere ai miei preferiti… non siate timidi. Scrivetemi su Twitter (link). Tornando al punto, quando ascoltavo i podcast non mi rendevo pienamente conto… di quanto lavoro c’era dietro. Ora ne sono consapevole.
    Ok! Rispetto al il mio timbro di voce? Su questo non è che ci posso fare tanto! Però - rispetto alle registrazioni dei primi episodi - mi sono reso conto che la resa della voce, non era realistica. Nel senso che il risultato finale si allontanava molto dal mio vocione naturale. Quindi ho iniziato ad informarmi a modo… ho visto anche dei corsi video su YouTube… da chi da anni produce podcast solo vocali; per audiolibri e progetti simili. Ho così iniziato a comprendere che fondamentalmente avevo due problemi. Il primo, il microfono troppo scadente. 
    Il secondo problema, importante come il primo, dovevo imparare a mixare in modo corretto la voce… evitando di distruggere le frequenze buone. Sì, perché è proprio quello che ho fatto, inconsapevolmente nei primi episodi! In post-produzione sono stato capace di ridurre a brandelli la traccia originale che conteneva la voce registrata. Arrivando ad oggi… mi sono applicato nel migliorare l’approccio all’editing in post-produzione. Credo che vi è stato evidente un miglioramento sin dallo scorso episodio del podcast; l’episodio intervista dove ho avuto come ospite Open TitusIl microfono che utilizzo attualmente, non lo consiglierei nemmeno al mio peggior nemico. Ecco perché, per ora non vi dirò, né la marca, né il modello… e non inserirò il link in descrizione.
    Però mi reputo abbastanza soddisfatto, nonostante i limiti tecnici di questa sottospecie di microfono… sono riuscito a ripulire la mia voce e a renderla molto vicina al reale. Come ho fatto? Ho utilizzato il software gratuito Audacity, ho leggermente modificato l’equalizzazione ed ho salvato il file audio. Poi l’ho esportato sulla DAW online SoundtrapSu Soundtrap ci sono numerosi vst integrati (in realtà sono plug-in!), specifici appunto per chi crea podcast. Ho applicato i filtri aggiuntivi, ma sempre con estrema moderazione. Ho comunque intenzione di acquistare un nuovo microfono quanto prima. Nel frattempo vi ringrazio per la pazienza. In fondo questo è un podcast artigianale, nel vero senso della parola. E si sente, me ne rendo conto.

    Detto questo, per oggi è tutto! Per le vostre opinioni o anche domande… vi invito a scrivermi su Twitter! Il mio profilo Twitter è ZEROPOESIE.